Prossima fermata Weert

Con il successo negli Junior (9° assoluto) nella gara di Sion, Sasha Caterina lancia gli Europei di categoria

Sulla strada che porta a Weert (in Olanda), dove nel weekend terranno banco gli Europei Junior di triathlon, Sasha Caterina lo scorso fine settimana ha testato la sua condizione e il suo stato di forma partecipando alla sua prima National League a Sion, dove si è corso sotto un cielo nero, con forti raffiche di vento e con una temperatura del lago di 17°. Condizioni, queste, che hanno messo a dura prova tutti i partecipanti, e che hanno visto Caterina in una inconsueta difficoltà nella prima tratta a nuoto, dove solitamente riesce a esprimere un ritmo che mette subito sotto pressione i suoi diretti avversari. È così uscito dall’acqua in 18ª posizione assoluta (la 4ª Junior), ritrovandosi in un secondo gruppo a circa 40” da quello di testa.

Dopo una frazione in bicicletta in cui non ha trovato nessun supporto (e che l’ha dunque costretto a tirare il gruppo dal primo all’ultimo dei 18 km del percorso), Sasha Caterina ha successivamente innescato una potente frazione a corsa, tanto da andare a cogliere un’eloquente vittoria nella categoria Junior e un 9° rango assoluto nella categoria Élite. Prova quindi riuscita, anche se al termine della gara l’atleta del TriUnion dichiarerà di essere amareggiato per la controprestazione a nuoto. Nella stessa categoria, Andrea Alagona, a disagio anche lui nella frazione a nuoto, ha suggellato una buona frazione a corsa con l’11° rango.

La gara élite era valida, quale Campionato svizzero, e ha consacrato Adrian Briffot, già riserva per i Giochi di Rio e oggi uno dei maggiori candidati a quelli di Tokyo 2020. Al femminile, un po’ a sorpresa, ha vinto il titolo svizzero Alissa König, precedendo nell’ordine Julie Derron e l’olimpionica Jolanda Annen. Malgrado abbia dovuto scontare una penalità con uno stop di 10”, Alissa König ha saputo cogliere il suo primo titolo attaccando soprattutto nella corsa.

Alice Fritzsche (TriUnion), che a fine giugno parteciperà a una prova di Coppa Europa Élite, si è piazzata 7ª nella categoria Élite nonché miglior ticinese della National League. Ha azzeccato da subito una buona frazione a nuoto, con un tempo di soli 19” superiore a quello della vincitrice König, per poi far parte del secondo gruppo in bicicletta – in cui ha dato il suo contributo per tenere una buona andatura –, e ha chiuso la tratta dei 5’250 m di corsa a una media di 3’55” al km.

Da segnalare, sempre a Sion, l’ottima prestazione di Letizia Martinelli (Studio Vezia), 6ª nella Youth League A, ma già con il biglietto in tasca per gli Europei. Alle sue spalle si sono piazzate Nina Mros (7ª) e Nicole Buri (9ª). Fra i maschi della medesima categoria, Malachia Demarchi (TriUnion) ha mancato di poco la sua prima top 10, chiudendo 13°, ad appena 1’20” dal decimo. Al via della prova della Youth League B erano 4 i ticinesi, tutti ‘targati’ TriUnion: Lucio Cattaneo (7°), Tristan Knupfer (10°), Giacomo Buri (13°) e Pietro Ghielmetti (15°).

LaRegione, 31.05.2019

Per Sasha la porta è spalancata

Il diciannovesimo posto in Olanda, in una gara comunque complicata, regala al ticinese il ticket per il galà di Losanna

È sul palcoscenico dei campionati europei junior di Weert, in Olanda, che Sasha Caterina riesce a staccare il tanto atteso biglietto per i prossimi mondiali giovanili, che si svolgeranno in quel di Losanna a fine agosto. Un risultato frutto del diciannovesimo posto ottenuto dal ticinese nel Limburgo, nonostante una prima brutta frazione a nuoto condizionata da un’inadeguata scelta di posizione alla partenza in spiaggia rispetto alla prima boa. Ciò che l’ha portato a uscire dall’acqua in un inusuale, per lui, trentottesimo posto. Il che l’ha naturalmente costretto a dar fondo a tutte le sue energie per riagguantare il gruppo di testa nella frazione in bicicletta, fino a risalire in quarta posizione prima del tratto a corsa.

A quel punto della gara, per il ticinese tutto sembrava essere nell’ordine naturale delle cose. Invece, forse a causa delle molte risorse bruciate in precedenza, Sasha non è stato in grado di eseguire una frazione a piedi all’attacco, com’è sua consuetudine. Naturalmente è un po’ peccato, anche pensando al fatto che il giorno seguente – dove il locarnese si è presentato al via in qualità di secondo frazionista della staffetta rossocrociata junior (piazzatasi poi ottava su diciassette squadre in lizza, battendo nazioni di prestigio come Svezia, Danimarca, Belgio, Russia, Olanda e Austria) – a livello di riscontri cronometrici individuali è risultato il quinto più veloce, a testimonianza del fatto che il suo valore è tra i primi dieci a livello continentale.

Attardato nella frazione a nuoto, il locarnese è stato costretto a sprecare molte energie per rientrare sui migliori Insomma, quella di Weert per Sasha non è stata proprio una gara riuscita, ma la qualifica ai Mondiali junior è un traguardo senz’altro molto significativo, per un ragazzo che – non va dimenticato – a fianco dell’attività sportiva frequenta l’ultimo anno di apprendistato presso la ditta De Bortoli di Losone, che lo sostiene appieno permettendogli di far fronte agli impegni agonistici ad alti livelli. Senza contare, poi, che l’atleta del TriUnion è l’unico ragazzo svizzero ad aver staccato la qualifica dei quattro presenti a Weert (Luperti ha invece chiuso 22esimo, Séchaud 36esimo e Triponez 53esimo). Un risultato eloquente per Sasha Caterina, la cui stagione si profila ricca di appuntamenti, con la partecipazione a due prove di Coppa Europa Junior, una di Coppa Europa élite e, infine, i Campionati del mondo Junior. Un calendario, questo, che testimonia quanto il giovane ticinese faccia ormai parte del mondo dei migliori della disciplina. Al femminile, invece, sono ben tre le svizzere ad avere ottenuto la qualifica a Weert: si tratta di Nora Gmür, finita addirittura sul podio (seconda), Cathia Schär (quarta a 10’’ dal bronzo) e Rebecca Beti (sedicesima), mentre Anja Weber è giunta 26esima. Assieme a quelli giovanili, in Olanda si sono tenuti anche i campionati Europei élite, con Salvisberg dodicesimo e Briffod quindicesimo. Tutte e due sono sempre in corsa per le Olimpiadi di Tokyo, così come lo è la staffetta rossocrociata degli stessi Salvisberg e Briffod e di Derrond e Annen, con quest’ultima che è giunta a Weert proprio per dar man forte ai compagni.

LaRegione, 6 Jun 2019

A Wallisellen TriUnion più volte sul podio

Grande prova di squadra del TriUnion a Wallisellen in occasione della 3a tappa del circuito Regio Cup (giovanissimi nati fra il 2006 ed il 2009. Cinque gli appuntamenti per la Regio Cup occidentale (di cui fa parte il Ticino) con una super finale nazionale prevista il 14 settembre a Schöftland coni migliori 6 di ogni regione per categoria d’età). A Wallisellen, il TriUnion è andato a podio in tuttele categorie , individuali e staffette: due ori, quattro argenti e due bronzi. Il TriUnion – in trasferta con 26 atleti e 4 allenatori, la squadra più numerosa della manifestazione – integra nel proprio programma atleti d’élite ma anche giovanissimi in formazione, grazie a un’organizzazione che comprende una dozzina d’allenatori con un raggio d’azione che si estende dal Sotto al Sopraceneri con l’utilizzo di strutture come il Lido di Locarno, il Cst di Tenero, l’Arena sportiva di Tesserete, e piscine cantonali scolastiche di Trevano e Liceo 1 di Lugano. Samuele Iaconi (2008) e la staffetta I (10-11anni) sono saliti sul gradino più alto del podio. Sebastien Brunner (2008), Martina Buri (2008), Lorenzo Bazzana (2006) e la staffetta I (12-13 anni) hanno da parte loro staccato l’argento. Bronzo per Oriana Haertel (2008) e per la staffetta II (10-11 anni). Prossimo appuntamento domenica all’Arena di Tesserete.

Engelhardt vince a Gandia

Sul fronte degli Age Group e sulla mezza distanza dell’Ironman interessante vittoria a Gandia di Adriano Enghelhardt (A-Club Swimming Team). Sorprende il risultato di Mattia Bianchi (TriathlonTeam Ticino), ex giocatore di Lugano e Ambrì, che ha saputo cogliere un settimo rango senza troppi clamori ma con tanto impegno e costanza, davanti al più quotato Nicola Beyeler (A-Club SwimmingTeam).

LaRegione, 18.05.2019